LIBRO BIANCO SUL FUTURO DEL MODELLO SOCIALE

 

Il primo valore che ci deve guidare in questa sfida è la centralità della persona, in sé e nelle sue proiezioni relazionali: la famiglia, quale luogo delle relazioni affettive; il lavoro, quale espressione di un progetto di vita; la comunità e il territorio, quali ambiti di relazioni solidali.

 

[....]

 

Un modello sociale [....] si realizza non solo attraverso le funzioni pubbliche, ma anche riconoscendo, in sussidiarietà, il valore della famiglia, della impresa profittevole e non, come di tutti i corpi intermedi che concorrono a fare comunità.

[....]

L’attenzione ai meriti e ai bisogni delle persone potrà consentire di meglio coniugare le esigenze della sostenibilità con quelle della equità. Rinnovate politiche per lo sviluppo sociale non sono rivolte al solo obiettivo di una più equa distribuzione della ricchezza, ma risultano funzionali esse stesse a una maggiore capacità di crescita della nostra economia perché riducono il bisogno, alimentano la qualità del capitale umano, stimolano la mobilità sociale, determinano nuovi lavori.

[....]

Al rinnovamento interno deve peraltro corrispondere un convinto impegno nella dimensione internazionale. Il processo di liberalizzazione degli scambi commerciali deve essere accompagnato dal riconoscimento universale di alcuni diritti fondamentali della persona in modo che sviluppo economico e dimensione sociale procedano ovunque di pari passo.

[....]

Si affermano diffusamente i criteri della economia sociale di mercato, quale sola prospettiva che consente di far coesistere, all’interno del medesimo sistema, efficienza e giustizia sociale.

[....]

Le persone prima di tutto, nei provvedimenti anticrisi e nella costruzione del nuovo Welfare. Le persone fine ultimo di ogni azione politica e valore fondamentale nella società che verrà dopo la crisi.

PEOPLE FIRST!!

Maurizio Sacconi

Home >

Temi di interesse

Considerando la missione della Fondazione, operativa a livello nazionale nella diffusione della Responsabilità Sociale delle Imprese, e le sue finalità istituzionali, tese a favorire il dialogo tra le istituzioni pubbliche e private, le parti sociali ed i diversi stakeholder, le attività della Fondazione saranno orientate secondo alcuni criteri di fondo:

  • Affermare il proprio ruolo istituzionale e sistemico, volto a stimolare la bilateralità nella condivisione e negoziazione di concrete iniziative tra le parti sociali, sia a livello nazionale che locale, favorendo lo sviluppo della Responsabilità Sociale e l’effettiva diffusione di buone pratiche;

 

  • Realizzare un monitoraggio costante e continuo nel campo della CSR, anche mediante l’istituzione e l’aggiornamento di banche dati nazionali e la pubblicazione di rapporti periodici, contribuendo alla diffusione di una cultura orientata al raggiungimento dei risultati basata anche su adeguati e trasparenti meccanismi di asseveramento dei modelli di buona gestione;

 

  • Risultare utilizzabili dal Ministero di riferimento e da altri Ministeri o enti per impostare politiche nel campo della Responsabilità Sociale, nonché dalle parti sociali e dagli altri stakeholder per lo sviluppo di modelli condivisi, negoziati e multilaterali;

 

  • Fungere da catalizzatore e punto di riferimento nazionale in materia di CSR, tenendo conto delle attività dei maggiori centri attivi su queste tematiche, partecipando alle iniziative coerenti con gli orientamenti della Fondazione e sviluppando collaborazioni istituzionali sui temi di maggiore interesse.


Sulla base di questi criteri, e nell’ottica di contribuire alla nascita ed affermazione di esperienze di elevato valore ed impatto, le iniziative della Fondazione faranno riferimento principalmente alle seguenti aree:

  • Salute e Sicurezza sul Lavoro
  • Politiche di conciliazione lavoro e famiglia
  • Percorsi educativi permanenti
  • Bilateralità - partecipazione


Per la loro rilevanza e per l’ampia portata delle ricadute e dei benefici, nonché per il ruolo di coesione sociale rappresentato da queste tematiche, le menzionate aree saranno oggetto di specifiche iniziative finalizzate al coinvolgimento ed allo stimolo dei principali attori istituzionali e delle parti sociali per il rafforzamento della cultura della responsabilità, della condivisione degli obiettivi e delle azioni e del monitoraggio e diffusione dei risultati conseguiti.